Avvistamento Delfini Golfo Aranci

Sergio Atzori
Sergio Atzori
Tabella dei Contenuti
5
(26)

Avvistamento delfini Golfo Aranci

  • A Golfo Aranci in Sardegna è presente un colonia stanziale di delfini
  • Le probabilità di vederli -anche da vicino – sono altissime
  • L’escursione dura generalmente da qualche ora amezza giornata e costa intorno ai 30/50 euro

Tariffe

Solitamente intorno a € 30 e i neonati sotto i 2 anni non pagano.

I prezzi si intendono indicativi e non vincolanti. Seleziona la motonave che preferisci per consocere il prezzo ufficiale dei biglietti.

Le partenze per l’avvistamento delfini partono dalla costa di Golfo Aranci, in particolare: spiaggia di Sos Aranzos, porto turistico di Golfo Aranci.

Puoi anche trovare partenze da Poltu Quatu (Porto Cervo)

Solitamente ci sono partenze tutto il giorno ogni 2 ore dalle ore 9 di mattina fino alle 18 in alta stagione

La dura dell’escursione dura solitamente intorno ai 9o minuti

E’ necessario presentarsi con anticipo – almeno 10 minuti in modo da imbarcare tutti i partecipanti sul gommone 

Non c’è un tipo di gommone particolare.

Tutti i fornitori comunque usano gommoni stabili con motori robusti, performanti eper garantire la massima sicurezza. Generalmente i gommoni per vedere i delfini sono 7 ai 12 metri.

La Sardegna ha temperature miti tutto l’anno. Durante l’estate ti consigliamo di portare con te un capellino per proteggerti dal sole, un costume da bagno e un asciugamano per fare il bagno durante le soste. Se lo ritieni porta con te anche un maglioncino in relazione all’orario in cui scegli di effettuare il tour di avvistamento. Se effettui il tour di avvistamento delfini in inverno porta una giacca pesante e un berretto. Non dimenticare la macchina fotografica.

Informazioni sulla gita

Magari durante il tour ti sarà chiesto di guardarti intorno per aumentare le possibilità di avvistarli, 4 occhi vedono meglio di 2, 6 meglio di 4. In questo caso scruta attentamente la superficie del mare e scandagliando bene vedrai che spunterà una pinnetta, quando meno te lo aspetti.

Quando accadrà, anche se sarà il tuo primo istinto, non metterti ad urlare “l’ho visto“, “eccoli sono là“, segnalalo al comandante che dirigerà nei pressi del punto di avvistamento ad una velocità congrua e rispettando le distanze per non infastidirli o spaventarli.

I delfini sono animali simpatici e pacifici, tuttavia sono mammiferi… come noi! Le femmine sono molto protettive nei confronti dei loro cuccioli e quando fiutano un potenziale pericolo diventano “nervose”.

Il consiglio generale per avvistare i delfini in sicurezza è mantenere una debita distanza, soprattutto per non infastidirli e per non interferire con le loro attività quotidiane.

Non è possibile fare il bagno con i delfini.

Durante questa esperienza potrai fare il bagno nelle baie più belle di Golfo Aranci ma non ti sarà consentito fare il bagno durante l’avvistamento per la tua sicurezza e per quella dei delfini.

L’attività di avvistamento delfini deve essere condotta nel più totale rispetto degli animali, fare il bagno con i delfini significherebbe trasmettere loro malattie potenzialmente mortali e interferire con la loro natura. 

Dare da mangiare ai delfini è proibito.

I motivi sono molto semplici:

  • bisogna evirare che associno “barca=cibo” altrimenti c’è il rischio che entrino in collisione con le imbarcazioni con esiti purtroppo fatali.

  • inoltre è importante che i delfiini si nutrano da soli mantenendo le loro abitudini alimentari e non alimentandosi con pesce pescato da giorni o peggio congelato.

L’escursione prevede un tour della baia di Golfo Aranci e un passaggio nei pressi dell’impianto di acqua-cultura. Durante l’esperienza generalmente è possibile ammirare l’isoletta di Figarolo con la sua natura selvaggia, gli uccelli che la popolano ed i suoi mufloni. Se le condizioni meteo-marine lo consento vedrai anche le falesie di Capo Figari, Sa Mama Chiatta, il Portone e talvolta è possibile spingersi fino all’anfiteatro naturale.

I delfini che generalmente è possibile vedere a Golfo Aranci sono tursiopi, anche conosciuti come “delfini dal naso a bottiglia”.

Il famoso e indimenticato Flipper era del genere Tursiope.

I delfini sono mammiferi marini quindi trascorrono nell’acqua tutta la loro vita e vi svolgono le attività quotidiane come allevare la prole, dormire, mangiare, giocare.

In acqua si accoppiano, partoriscono e allattano continuando a respirare aria e mettendo il “naso” di tanto in tanto fuori dall’acqua. I delfini hanno quindi i polmoni e risalgono in superficie, generalmente ogni 5 minuti, per respirare

La comunità di delfini a Golfo Aranci è piuttosto numerosa, tuttavia d’abitudine questi mammiferi vivono in piccoli gruppi composti da 2-3 fino a 10 esemplari, generalmente femmine e cuccioli. I maschi tendono ad essere solitari o vivere in alleanza e tendono a raggiungere il gruppo solo in alcuni periodi.

Generalmente no: spesso i cani abbaiano quando vedono i delfini perché ne sono molto molto incuriositi. Ti consigliamo di controllare nella descrizione della singola attività oppure di utilizzare i filtri selezionando la voce “animali ammessi”.

Il posto per il parcheggio è diverso in relazione al porto che scegli per la partenza. Ti suggeriamo comunque di arrivare al porto di partenza con congruo anticipo in modo da parcheggiare l’auto in un posto idoneo e non incorrere in spiacevoli sanzioni.

Porto San Paolo
Vicino al porto turistico ci sono dei parcheggi a pagamento e gratuiti. Non sono tantissimi, quindi arriva un po’ prima

Golfo Aranci
Non è difficile trovare parcheggio. In ogni caso arriav per tempo perché durante l’alta stagione potrebberci essere molto traffico

Controlla sempre la scheda di ciascuna attività dove trovi le informazioni sul luogo sempre aggiornate.

Sì, solitamente i gommoni sono dotati di tendalino ma questo solitamete viene aperto durante le soste e no ndurante la navigazione

Porta con te:

  • costume da bagno
  • telo mare
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • macchina fotografica

Solitamente sono presentia bordo acqua da bere, bevande e qualche snack per spezzare la fame.

Sì, l’escursione di avvistamento delfini è consigliata a tutti.

Le condizioni meteo marine sono solitamente molto tranquille e la navigazione avviene sempre sotto costa. Per questo motivo è una gita piacevolissima in un territorio unico.

In caso di esigenze particolari controlla nella scheda dell’attività alla sezione informazioni importanti in modo da scegliere il tour ed il fornitore più adatti a te.

5/5

Shopping

La nostra selezione di negozi consigliati. Vedi tutti.

Come prenotare

La prenotazione online è d’obbligo altrimenti rischi di non trovare posto. Inoltre spesso i prezzi online sono più bassi.
Se vuoi acquistare i biglietti per una gita alla Maddalena su yepsea.com scegli la motonave che preferisci tra le proposte, puoi vedere subito a colpo d’occhio la durata, la tariffa e il porto di partenza.

Nella pagina di ciascuna attività puoi vedere le quindi scegli la data di partenza e inserisci i tuoi dati. Non è necessario stampare il biglietto, potrai semplicemente mostrarlo dal tuo smartphone il giorno dell’imbarco.

Almeno 24/48 ore prima.

La gita alle isole dell’Arcipelago della Maddalena è una tra la migliori escursioni in barca in Sardegna ed è molto richiesta.

Sopratutto in alta stagione rischi di non trovare posto se prenoti all’ultimo secondo. Per questo motivo ti suggeriamo di prenotare il prima possibile.

Generalmente non è possibile prenotare ​un posto specifico sulla motonave.

Tutti i posti a sedere, su qualsiasi imbarcazione hanno un’ottima visuale e nel Parco c’è sempre qualcosa da vedere.

Se desideri avere un servizio più esclusivo e più vicino alle tue esigenze puoi scegliere i tour privati  In questo caso avrai a disposizione per te e la tua famiglia tutta l’imbarcazione e tutto l’equipaggio.

Ti verrà rimborsato il biglietto o ti verrà chiesto di scegliere un’altra data.

Tutte le escursioni in barca richiedono condizioni meteo marine idonee che possano garantire una navigazione in totale sicurezza.

Per questo motivo è facoltà del comandante – per l’incolumità dei suoi passeggeri e dell’imbarcazione – decidere se effettuare l’escursione oppure no.

Il tour di avvistamento delfini

Da anni Golfo Aranci è internazionalmente conosciuto, oltre che per la sua bellezza, per la presenza di una colonia stanziale di delfini che popola le acque antistanti il paese.

Golfo Aranci è un delizioso borgo di pescatori situato nel nord est della Sardegna, a pochi chilometri a nord di Olbia ed è facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici.

Il tour di avvistamento delfini è adatto a tutti, ha una durata variabile di qualche ora e si svolge a bordo di un gommone o di una barca, in alcuni casi anche su di un peschereccio appositamente attrezzato.

Con pochi minuti di navigazione si raggiunge la zona dell’impianto di itticoltura situata al centro del golfo dove generalmente si possono avvistare i delfini affaccendati nelle loro attività quotidiane.

La colonia è stanziale e naturalmente vive in assoluta libertà pertanto l’avvistamento non può essere garantito al 100% perché i delfini non accettano appuntamenti 🙂 tuttavia il 90/95% percento delle volte vengono avvistati e regalano emozioni uniche.

Gli operatori presenti sul territorio che propongono questo tipo di escursione sono molti e offrono esperienze diverse, così come i porti che puoi scegliere per la partenza: Golfo Aranci, Sos Aranzos, Olbia, Poltu Quatu.

Il costo dell’esperienza generalmente è di qualche decina di euro, naturalmente la tariffa varia in relazione alla durata della gita e al mezzo nautico su cui viene effettuata. Scegli quella preferisci tra le proposte disponibili.

Il territorio di Golfo Aranci

Il territorio di Golfo Aranci include un Sito di Interesse Comunitario della Sardegna, il SIC Capo Figari e Isola Figarolo. La zona speciale di conservazione è un’area naturale particolarmente rilevante e protetta dalla rete Natura 2000.

Isola di Figarolo

Durante l’escursione è possibile ammirare la natura incontaminata che caratterizza l’Isolotto di Figarolo.

Sull’isola nel cuore del golfo vivono alcuni mufloni che spesso si affacciano sulle scogliere per sgranocchiare gli appetitosi cespugli di macchia mediterranea salati dal mare.

In estate l’isola si popola anche di numerosi aironi cenerini che si riposano sui crinali in attesa di ripartire per il loro viaggio migratorio. Questi maestosi uccelli, che possono raggiungere anche 1 metro di altezza, sono visibili sulla sommità delle scogliere e sulle boe di delimitazione dell’impianto di pescicoltura, e creano uno scenario incredibilmente suggestivo.

Capo Figari

Durante i tour di avvistamento delfini inoltre si possono ammirare le imponenti falesie calcaree di Capo Figari, le cui bianche scogliere composte da rocce modellate da acqua e vento offrono riparo a una moltitudine di animali.

La fauna di questo Sito di Interesse Comunitario – area SIC – infatti è piuttosto varia, tra i maggiori esponenti il muflone, il cinghiale, la volpe, la lepre, la testuggine, il gabbiano corso e il gabbiano reale, il falco pellegrino, la berta minore, l’uccello delle tempeste, il cormorano e il marangone dal ciuffo.

Anche la flora tipica della macchia mediterranea è particolarmente ricca e degna di nota. Tra gli esponenti presenti più noti si ammirano il mirto, il ginepro, l’olivastro, il leccio, il corbezzolo, il cisto, l’elicriso, l’erica, la lavanda e il rosmarino, il lentisco, giunco ed euforbia.

Curiosità sui delfini di Golfo Aranci

Veniamo ora a qualche notizia curiosa. I delfini che generalmente è possibile vedere a Golfo Aranci sono tursiopi, anche conosciuti come “delfini dal naso a bottiglia”. Il famoso e indimenticato Flipper era del genere Tursiope.

I delfini sono mammiferi marini quindi trascorro nell’acqua tutta la loro vita e vi svolgono le attività quotidiane come allevare la prole, dormire, mangiare, giocare.

In acqua si accoppiano, partoriscono e allattano continuando a respirare aria e mettendo il “naso” di tanto in tanto fuori dall’acqua. I delfini hanno quindi i polmoni e risalgono in superficie, generalmente ogni 5 minuti, per respirare.

A tal proposito una curiosità interessante è che i delfini fanno riposare metà cervello alla volta, quindi per il sonno utilizzano prima un emisfero cerebrale e poi l’altro, questo probabilmente è necessario per controllare appunto il sistema di respirazione.

I delfini hanno un vero e proprio “linguaggio” comunicano tra di loro con fischi e usano i famosi “click” per localizzare eventuali prede oppure ostacoli sul loro percorso.

Probabilmente ti stai anche chiedendo se i delfini sono pericolosi. In generale sono animali pacifici e giocherelloni ma le femmine, come tutte le mamme mammifero, tengono molto ai loro cuccioli.

Se le femmine dovessero intuire la presenza di un pericolo per loro piccoli potrebbero diventare aggressive, come tutte le mamme del mondo. Qualcuno dice che questi mammiferi marini possano anche essere piuttosto gelosi.

Qualche numero sui delfini di Golfo Aranci

La comunità di delfini a Golfo Aranci è piuttosto numerosa, tuttavia d’abitudine questi mammiferi vivono in piccoli gruppi composti da 2-3 fino a 10 esemplari, generalmente femmine e cuccioli.

I maschi tendono ad essere solitari o vivere in alleanza e tendono a raggiungere il gruppo solo in alcuni periodi.

Qualche altro numero sui delfini:

  • i delfini si riproducono ogni 2/3 anni e partoriscono in acqua un cucciolo, figlio unico, che poi vivrà con la mamma, le zie e i cugini per qualche anno;
  • la durata della gestazione di un delfino è di circa 12 mesi, i cuccioli nascono in acqua e hanno un cordone ombelicale;
  • i cuccioli vengono allattati fino all’età di circa 18 mesi, restano poi vicini alla mamma fino a circa 4 anni;
  • la velocità che possono raggiungere nel nuoto arriva fino a circa 30 Km/h;
  • i delfini hanno i polmoni come noi, il tempo di apnea dei mammiferi marini è piuttosto variabile, va da qualche minuto fino a qualche ora (nel caso dei capodogli);
  • questi delfini hanno i denti (circa 100-120 denti) e si nutrono di pesci, cefalopodi (polpi, calamari e seppie) e crostacei.

Progetto il Golfo dei Delfini

Al fine di proteggere queste meraviglie e di preservare il loro delicato ecosistema è fondamentale mantenere una condotta responsabile in ogni fase dell’avvistamento per la massima salvaguardia ed incolumità degli esemplari. Per questo molti operatori hanno scelto di aderire volontariamente ad un codice etico di condotta che rende l’attività di avvistamento delfini dolphin & eco-friendly.

Il progetto “Il Golfo dei Delfini” promosso da Worldrise e Friend of the Sea delinea un codice di condotta che rende l’attività sostenibile ed è basato sulle linee guida internazionali adattate alla realtà locale del golfo.

Gli operatori che vi aderiscono sono adeguatamente formati per fornire informazioni sull’ecologia e sui delfini. Tra le best practice di un avvistamento responsabile sono inclusi il mantenere una distanza di sicurezza, ridurre la velocità dei mezzi nautici, non fare il bagno con i delfini, non dare loro cibo per non interferire con la loro vita in natura e non trasmettere loro malattie.

Durante l’avvistamento effettuato con gli operatori aderenti al progetto viene inoltre promossa l’educazione e la sensibilizzazione dei turisti verso queste splendide creature. Vedi la lista completa degli operatori certificati nell’ambito del progetto Il Golfo dei Delfini

I principali pericoli che minacciano i delfini

I delfini possono vivere in alcuni casi anche più di 50 anni, tuttavia nella loro vita incontrano molti pericoli e il tasso di mortalità infantile è piuttosto elevato. Tra le principali minacce troviamo:

    • la pesca intensiva che depaupera i mari
    • le reti da pesca
    • le eliche delle imbarcazioni
    • l’inquinamento incluso quello acustico
    • le malattie

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 5 / 5. Vote count: 26

No votes so far! Be the first to rate this post.

Leggi anche
Sergio Atzori
Sergio Atzori

Hai delle domande su questo articolo o delle foto da pubblicare?
Lascia un tuo commento qua sotto.

1 comment
  1. Daniela

    03/03/2022

    Avvistamento delfini Golfo Aranci fatto ieri 09/09/22, bellissima esperienza: i delfini si sono visti per un attimo all’inizio. Il resto dell’ecursione è stata davvero bella (escludendo una delle guide che si è dedicata quasi totalmente a una partecipante trascurando gli altri presenti). In ogni caso vale davvero la pena fare questa esperienza soprattutto per i ragazzi che possono imparare molto sulla tutela ambientale. Ottima l’organizzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

 / 

Accedi

Invia messaggio

Preferiti