fbpx

Escursioni a Tavolara e Molara

Le migliori attività su YepSea che effettuano il tour di escursioni a Tavolara e Molara

Domande Frequenti

Escursioni a Tavolara e Molara

L’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo comprende l’Isola di Tavolara, l’Isola di Molara, Molarotto e la penisola di Capo Coda Cavallo. Questo piccolo e incantevole arcipelago si trova sulla costa est nord-est della Sardegna in prossimità di Olbia, Porto San Paolo e San Teodoro.

Quanto costa il biglietto per visitare le isole di Tavolara e Molara?

La prezzo delle gite è variabile in relazione a quanto dura il tour, alla barca che viene utilizzata, alla stagione e ai servizi offerti e bordo. In linea generale le tariffe per le escursioni a Tavolara partono da circa € 40,00. Naturalmente il costo dipende dalla tipologia di servizio che scegli tra “barca in esclusiva” e “barca in condivisione”. Guarda tra le nostre proposte le migliori tariffe per il servizio che desideri.

 

Da dove si parte per le gite alle isole di Tavolara?

I tour generalmente partono da Olbia, da Porto San Paolo, da Porto Ottiolu e da Golfo Aranci. Puoi scegliere l’escursione che preferisci, fare snorkeling in acque cristalline e visitare l’Isola di Tavolara. Controlla nella pagina di ciascuna attività il luogo di partenza. la durata e il prezzo.

 

Dove posso parcheggiare per fare la gita alle isole?

I parcheggi variano in relazione al porto che scegli per la partenza del tour. Ti suggeriamo comunque di arrivare con congruo anticipo in modo da parcheggiare l’auto in un posto idoneo. Se scegli la partenza da Olbia nei pressi del punto di imbarco trovi parcheggi sia gratuiti che a pagamento dotati di parchimetri, porta con te delle monetine per il parchimetro oppure utilizza l’APP MyCicero. Controlla sempre la scheda di ciascuna esperienza dove trovi le informazioni sempre aggiornate sul luogo di partenza.

 

Quante partenze per Tavolara ci sono in un giorno?​

Dipende da dove decidi di partire per il tour, normalmente le partenze sono al mattino e a volte nel primo pomeriggio. La durata è variabile, generalmente di mezza giornata. Consulta la pagina dell’esperienza e scegli l’orario di partenza tra quelli proposti. Nel corso della stagione estiva ci sono partenze tutti i giorni.

 

Quanti giorni prima devo prenotare?

Le gite a Tavolara rientrano tra le “cose da fare in Sardegna” per trascorrere una vacanza perfetta, quindi i posti si esauriscono in fretta. È meglio prenotare il prima possibile per non rischiare di non trovare posto.

 

Come si prenota una gita?​

Per acquistare i biglietti per Tavolara su yepsea.com scegli la gita che desideri in relazione alla durata, alla tariffa e al porto di partenza. Nella pagina di ciascuna attività puoi controllare la disponibilità a bordo in tempo reale. Scegli la data di partenza e inserisci i tuoi dati senza stampare il biglietto, lo riceverai via e-mail e potrai semplicemente mostrarlo dal tuo smartphone o tablet il giorno dell’imbarco. Se hai un dispositivo Apple lo potrai visualizzare anche in Wallet.

 

La gita a Tavolara è adatta a tutti?

Queste escursioni sono adatte a tutti, ottime per famiglie con bambini, coppie, gruppi di amici in vacanza e turisti solitari che desiderino esplorare la Sardegna. Puoi scegliere la tipologia di escursione più adatta alle tue esigenze utilizzando i filtri alla voce “Consigliato per” (Viaggiatore Singolo – Gruppi – Coppie) e anche “Tipologia” (Esperienza ad uso esclusivo ed Esperienza condivisa). In caso di esigenze particolari controlla nella scheda dell’attività alla sezione informazioni importanti in modo da scegliere il tour ed il fornitore più adatti a te.

 

Posso fare il bagno durante l’escursione?​

Certamente. Ogni tipologia di escursione prevede diverse soste bagno e tappe dedicate allo snorkeling per consentirti di apprezzare appieno la natura e il meraviglioso mare che ti circonda.

 

Cosa devo portare per la gita a Tavolara?

Portare con te un costume da bagno e un telo mare per fare il bagno durante le soste. Se lo ritieni porta con te anche un maglioncino/felpa, potrebbe essere utile per il rientro. Porta anche un cappellino e una crema solare, ma ricordati di chiedere istruzioni all’equipaggio prima di utilizzare la crema, su alcune imbarcazioni potrebbero esserci regolamenti particolari per non scivolare e magari per non rovinare la coperta della barca.

 

Posso fare una gita a Tavolara con il mio cane?

Certo in molte gite puoi portare animali a bordo, per moltissimi operatori gli animali sono graditi ospiti a bordo purché siano educati. Per fare una gita a Tavolara Pet Friendly, controlla nella descrizione della singola attività oppure utilizza i filtri selezionando la voce “animali ammessi”. Scegli la gita che fa per te e ricordati di portare tutto ciò di cui il tuo amico a quattro zampe potrebbe aver bisogno durante una giornata in barca.

Gite a Tavolara animali ammessi

 

Cosa vedere a Tavolara e Molara?

Durante una vacanza a Olbia e dintorni una gita in barca a Tavolara è d’obbligo! Tavolara è ricca di storia e di natura incontaminata. Sicuramente ci sono tra le cose da vedere a Molara le Piscine Naturali, a Copo Coda Cavallo la splendida Baia omonima e l’isoletta di Proratora sede di importanti ritrovamenti archeologici. Se decidi poi di visitare il cimitero dei Re di Tavolara ricordati, al termine della visita, di chiudere il piccolo cancelletto d’ingresso.

 

Il trekking a Tavolara è adatto a tutti?

Il percorso per la salita a Tavolara ha una difficoltà media, non servono tuttavia particolari capacità o esperienza per affrontarlo. La guida ti fornirà tutte le informazioni necessarie. È richiesto che i partecipanti non soffrano di vertigini poichè sono presenti assaggi esposti.

 

Sono un principiante, cosa devo sapere per fare trekking a Tavolara?

Se sei un principiante non ti devi preoccupare, la guida penserà a tutto, tu devi solo divertirti, goderti il percorso e l’arrivo in vetta. Prima di iniziare l’esperienza viene fatto un briefing introduttivo dove si spiega il percorso e vengono descritte le principali tecniche e operazioni. Sarà entusiasmante, anzi no, indimenticabile!

 

Che attrezzatura serve per salire a Tavolara?

Per fare questa esperienza ti verrà fornita dalla guida tutta l’attrezzatura necessaria: caschetto, imbrago, longe, moschettoni. Devi portare con te uno zaino, un paio di scarpe comode da trekking, pantaloni lunghi, T-Shirt e felpa, pranzo al sacco, acqua (circa 3 litri), un costume, un telo mare se desideri fare il bagno a Tavolara alla fine dell’escursione.

 

 

Le gite in barca a Tavolara e Molara

La gita a Tavolara ti consente di esplorare l’Area Marina Protetta di Tavolara e Punta Coda Cavallo e di vedere l’isola di Tavolara con le sue principali attrazioni. Puoi passeggiare a Tavolara e fare snorkeling a Molara in una delle Area Marine più ricche di vita di tutto il Mediterraneo.

Le Isole:

  • Tavolara e il piccolo borgo;
  • Molara e le piscine naturali;
  • Molarotto zona di riserva integrale;
  • la penisola di Capo Coda Cavallo.

 

Tavolara

L’Isola di Tavolara si trova in Sardegna sul versante nord est, tra i Comuni di Olbia, Porto San Paolo e San Teodoro. È un massiccio prevalentemente calcareo che si erge in un mare di granito. L’isola ha una forma rettangolare, a parallelepipedo, con svariate emergenze. Da lontano, al viaggiatore si propone come il profilo di una donna sdraiata sul mare, a taluni ricorda una nave pietrificata con un lungo timone, per altri in relazione alla prospettiva da cui la si guardi rassomiglia ad una mummia egizia.

 

L’isola è formalmente divisa in due parti EST e OVEST. Ad ovest si trova la parte che volge verso Porto San Paolo, con Cala Tramontana e Spalmatore di Terra che un tempo presumibilmente la univa alle coste della Sardegna. In questa zona si trovano alcune case con il piccolissimo centro abitato e i piccoli approdi per le barche.
Ad est si trova punta Timone con la zona della base militare. Si tratta di una base gestita dalla Marina Militare Italiana, importante per la sua posizione di centralità nel Mar Mediterraneo. In quest’area si trovano l’imponente arco roccioso, il faro ed in prossimità della base e le antenne per le telecomunicazioni.

 

L’Isola di Tavolara è alta oltre 560 metri e dalla sua sommità, Punta Cannone, si gode di un panorama di impareggiabile bellezza. Nelle giornate di Scirocco, il vento caldo e umido che soffia da sud est, l’isola di Tavolara si cinge con una corona di nubi, il famoso cappello di Tavolara. Sull’Isola si svolge ogni anno il Festival del Cinema di Tavolara, una importante rassegna cinematografica incredibilmente suggestiva grazie alla location esclusiva che la ospita.

 

Una delle peculiarità che la contraddistinguono e che l’hanno resa famosa è il “Regno di Tavolara” con il suo Re. La storia di questo piccolissimo reame si perde nel tempo ed è circondata da un’aurea di leggenda. Sembra che tutto ebbe inizio quando il re Carlo Alberto di Savoia approdò sull’Isola e soggiornandovi conobbe e familiarizzò con i residenti locali. Al momento della sua partenza fece promessa di riconoscere l’indipendenza del Regno di Tavolara con la famiglia Bertoleoni alla guida del piccolo regno. Nel piccolo e suggestivo cimitero dei Re di Tavolara, visitabile sull’isola, riposa la discendenza della famiglia.

 

Altra leggenda che si attribuisce alla splendida isola di Tavolara sono le capre dai denti d’oro, spesso visibili durante l’escursione mentre brucano le scogliere. La capre di Tavolara hanno realmente i denti di un colore dorato, questa particolare pigmentazione sembra dovuta ad una piccola pianta erbacea di cui si nutrono presente dell’isola.

 

Per visitare al meglio l’Isola di Tavolara ti suggeriamo una escursione a piedi nei pressi del centro abitato e una sosta ristoratrice nei 2 bar dell’isola o presso i ristoranti “La Corona” e da Tonino “Re di Tavolara“. Altra cosa da fare è la passeggiata che conduce al cimitero dei Re di Tavolara e a Punta Spalmatore. Passando nei pressi di Cala Tramontana si percorre un sentiero di sabbia che conduce al cimitero e poi ad una lunga lingua di sabbia e rocce dove i due mari si incontrano. Il percorso è ricco di infografiche che descrivono l’ambiente, durante la passeggiata è possibile avvistare flora e fauna peculiari dell’isola e alcune specie endemiche. Particolarmente interessante è anche il sentiero del Prolagus (un roditore considerato probabilmente estinto) che conduce verso Punta la Mandria. Completa la visita il profumo avvolgente e inebriante caratteristico della macchia mediterranea dell’isola.

 

Molara

L’Isola di Molara è un’emergenza granitica di particolare rilevanza per la natura rigogliosa e incontaminata che la contraddistingue. Molara è un isola privata su cui anticamente visse anche un Papa in esilio; nella parte nord ovest dell’isola sono presenti i resti di una antica chiesa, nei pressi di cala Chiesa. È anche presente una sorgente di acqua dolce che consente la vita al bestiame presente sull’isola.

Le escursioni hanno prevalentemente come meta le piscine naturali di Molara. Un tratto di mare con acqua particolarmente azzurra e un basso il fondale di sabbia finissima. Le occhiate, le castagnole e i saraghi sono i protagonisti dello snorkeling alle Piscine di Molara.

 

 

Molarotto

Da Tavolara dirigendo verso sud est si incontra questa meravigliosa emergenza caratterizzata da bassa vegetazione dove è presente una nutrita colonia di uccelli, tra cui Cormorani, Marangoni e Gabbiani. L’isoletta granitica di Molarotto è una zona di riserva integrale. L’accesso alla zona non è consentito per preservarne al meglio la natura incontaminata. Al limitare della zona di riserva integrale la fauna marina esplode in una miriade di colori e forme di vita.

 

Non lontano dal Molarotto, vicino al limite della riserva integrale si trova l’emergenza dei Fratelli, uno scoglio particolarmente ricco di vita. Nei fondali dei Fratelli alla profondità di circa 16-18 metri è presente il relitto dell’Omega, una nave da carico affondata durante una mareggiata negli anni ’70 i cui resti ora offrono rifugio a pesci e spugne.

 

 

Capo Coda Cavallo

La penisola di Capo Coda Cavallo è caratterizzata da spiagge di sabbia finissima e di acqua cristallina in cui si possono sperimentare tutte le tonalità e gradazioni di blu. Nelle vicinanze della penisola di Capo Coda Cavallo si trovano alcune delle spiagge più belle tra cui Cala Brandinchi, Lu Impostu, Salina Bamba, Baia Salinedda, Cala Suaraccia, Cala Girgolu e la Valle dell’Acqua.

 

Alla fine della penisola di Capo Coda Cavallo si trova la piccola isoletta di Proratora dove gli scavi archeologici condotti hanno portato alla luce manufatti dell’età romana. Gli scavi hanno rilevato che l’insediamento probabilmente fosse rivolto all’attività di vendita degli alimenti, presumibilmente di prodotti legati alle produzioni marine come pesce o conchiglie e sale. Testimonianza di quanto la “risorsa mare” sia stata e sia tutt’oggi importante.

 

 

Snorkeling a Tavolara e Molara

Fare snorkeling significa infilarsi un paio di pinne, inforcare una maschera con un boccaglio comodo e godersi il meraviglioso panorama sommerso. Lo snorkeling è un’attività sportiva rilassante, consente di non pensare a nulla e di svuotare la testa, di tornare bambini passando un po’ di tempo a cercare nuovi animali o magari a guardare un pesce affaccendato nelle sue attività quotidiane. Spesso durante lo snorkeling si possono ammirare stelle marine, ricci, murene, polpi e nei giorni più fortunati anche un paguro Bernardo l’eremita in pieno trasloco.

 

Per fare snorkeling non è necessario essere provetti nuotatori ma è necessario avere una buona confidenza con l’acqua. Se non sei molto esperto e lo desideri può chiedere un giubbotto di galleggiamento che ti aiuterà a non stancarti, considera che spesso vengono fornite delle mute corte che aiutano a galleggiare.

 

Un suggerimento per fare snokeling: quando ti viene consegnata la maschera, prima di bagnarla, metti della saliva sulla parte interna delle lenti, spalma la saliva e sciacqua con acqua di mare. Se non indossi subito la maschera dopo questa pratica lascia un po’ di acqua all’interno in attesa di iniziare lo snorkeling. Ai neofiti questa pratica barbara spesso sembra strana, ma i professionisti lo fanno sempre, senza pensarci, perchè un questo modo la maschera non si appanna.
Altra cosa molto importante è non estrarre mai, mai dall’acqua le stelle marine, neanche per pochi secondi perchè si causano loro danni irreparabili.

 

 

L’Area Marina Protetta di Tavolara e Punta Coda Cavallo

L’Area Marina Protetta di Tavolara – Punta Coda Cavallo è stata istituita nel 2003 e si estende sui territori comunali di Olbia, Loiri Porto San Paolo e San Teodoro. L’AMP nasce con le finalità di protezione, tutela e conservazione dell’area marina interessata, insieme alla divulgazione dell’importanza ecologica della zona. Ai fini di preservare l’area è stata introdotta una differenziazione delle zone, con diverse  regole e possibilità di svolgervi o meno attività. La zona A di riserva integrale, zona B di riserva generale, zona C di riserva parziale. Guarda la zonizzazione dell’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo.

 

Flora e Fauna

La flora e la fauna nell’Area Marina Protetta sono particolarmente interessanti e degne di nota.

Nell’avifauna spiccano l’aquila reale, il falco pellegrino, il falco pescatore, il gabbiano reale, il gabbiano corso, la garzetta, l’airone guardabuoi e la sterna. Nell’ambito della tutela della biodiversità nel Mediterraneo è inoltre attivo il Progetto Life Puffinus Tavolara per la conservazione della berta minore che nidifica sull’isola, considerata come specie vulnerabile.

 

Per quanto riguarda la fauna marina da menzionare la cernia bruna, il dentice, la corvina, il barracuda. Il sarago, la salpa e la donzella che sono presenti in gruppi numerosi e raggiungono spesso dimensioni ragguardevoli. Presenti e spesso avvistati, insieme ai delfini anche i grandi mammiferi marini come il capodoglio e i grandi pesci cartilaginei come il pacifico squalo elefante.

 

La flora al contempo non è da meno. Nell’ambiente sommerso una nota particolare va riservata alle praterie di Posidonia ocenica, una pianta che origina veri e propri boschi subacquei che offrono riparo ad una moltitudine di animali e preservano le coste dall’erosione.

 

Sulle rive e sulle pendici delle isole la macchia mediterranea imperano il ginepro, il mirto, il lentisco, il cisto, l’elicriso. Il profumo della macchia mediterranea presente nell’Arcipelago di Tavolara è una sensazione che non si può dimenticare.

 

 

Trekking a Tavolara

L’escursione a Tavolara è una classica del trekking in Sardegna, indubbiamente una delle più belle e suggestive escursioni da fare nella zona.

 

A bordo di un gommone si raggiunge l’isola. La partenza del sentiero è dalle pendici di Tavolara, nella zona di Spalmatore di Terra, dove si trova l’attacco del trekking che porta sotto cima.

 

Con una breve via ferrata si raggiunge la vetta da cui si gode di un panorama mozzafiato su Sardegna e Corsica.

 

 

 

Acquista un biglietto per visitare Tavolara e Molara su yepsea.com